“A scuola con la mente e il cuore. Educazione socio-affettiva in preadolescenza” di Paolo Bozzato

Prima di copertina Bozzato copia 2

Questo testo affronta diversi temi, tutti connessi tra loro. La preadolescenza viene considerata un’età della vita con una sua specificità, che la differenzia dall’infanzia da un lato e dall’adolescenza vera e propria dall’altro. Si tratta di un periodo di veloci trasformazioni in cui assume grande importanza l’educazione socio-affettiva, intesa come quella parte del processo educativo finalizzata ad aiutare i ragazzi a star bene con se stessi e gli altri. Anche la scuola italiana attribuisce oggi una maggior attenzione all’educazione all’affettività, ritenuta un obiettivo congiunto di tutti gli insegnamenti scolastici. Ma i docenti, oberati come sono dai compiti didattici, possono non avere il tempo e, a volte, le competenze per raggiungere tale obiettivo. Ecco allora che si apre un significativo spazio di lavoro dello psicologo a scuola, attraverso progetti di educazione socio-affettiva realizzati a partire dall’analisi dei bisogni dell’istituto scolastico e che si rivolgano ad alunni, insegnanti e genitori.

In questo contesto il libro fornisce un’articolata proposta metodologica, basata sull’Approccio Centrato sulla Persona, scaturita dall’esperienza positiva di un progetto svolto in una scuola secondaria di primo grado. Viene offerto un quadro di riferimento teorico-pratico su come aiutare i preadolescenti di oggi a crescere nella dimensione umana e relazionale all’interno del contesto scolastico, in un lavoro congiunto di collaborazione con gli altri psicologi presenti a scuola e gli insegnanti (anche di orientamenti teorici diversi).

La prefazione del testo è stata scritta da Manuela Cantoia, professore associato di psicologia generale all’Università E-campus e Cattolica del Sacro Cuore di Milano. La postfazione è, invece, a cura di Luigi Macchi dell’Ufficio Scolastico Regionale, ambito territoriale di Varese (ex Provveditorato agli Studi).

Paolo Bozzato, psicologo, psicoterapeuta rogersiano, formatore, è docente a contratto di Psicologia presso l’Università degli Studi dell’Insubria. Ha lavorato come consulente in diverse scuole pubbliche e private e dal 2014 è Consigliere dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Condividi quest'articolo sui social network!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>